.

.

Ahed Tamimi, la 16enne "simbolo della resistenza palestinese"
L'inizio del nuovo anno, Ahed Tamimi l'ha festeggiato in carcere e lì resterà per un tempo non ancora definito. La 16enne di Ramallah, divenuta "simbolo della resistenza palestinese", deve rispondere di 12 capi d'accusa, in seguito alla diffusione di un video, divenuto virale, nel quale colpisce con schiaffi e calci dei soldati israeliani in Cisgiordania.
La ragazza da tempo compare in scatti che la ritraggono tra le fila palestinesi, intenta a ribellarsi ai militari israeliani. La sua riccia chioma biondo cenere, che la rende facilmente identificabile tra la folla, viene adesso riprodotta in vignette che richiedono la sua liberazione, in numerosi post apparsi sui social in suo sostegno.
di Silvia Renda, su www.huffingtonpost.it (3/1/2018)

L'inizio del nuovo anno, Ahed Tamimi l'ha festeggiato in carcere e lì resterà per un tempo non ancora definito. La 16enne di Ramallah, divenuta "simbolo della resistenza palestinese", deve rispondere di 12 capi d'accusa, in seguito alla diffusione di un video, divenuto virale, nel quale colpisce con schiaffi e calci dei soldati israeliani in Cisgiordania.
La ragazza da tempo compare in scatti che la ritraggono tra le fila palestinesi, intenta a ribellarsi ai militari israeliani. La sua riccia chioma biondo cenere, che la rende facilmente identificabile tra la folla, viene adesso riprodotta in vignette che richiedono la sua liberazione, in numerosi post apparsi sui social in suo sostegno.
[visita
 
 

maopode :: design